Lo Storytelling: come conquistare il cliente attraverso la tua storia

storytelling-narrativa-creativa

Di che si tratta

Lo storytelling è una modalità di comunicazione attuata per catturare l’attenzione del lettore ed invogliarlo a creare suspense e attesa.

Determinate regole la rendono una vera e propria arte, in quanto coinvolgono l’ambiente di riferimento tramite la diffusione di informazioni vitali per la narrazione.

Questo tipo di comunicazione di tipo narrativo, può essere applicata ad ogni tipo di contesto. Si può applicare ad esempio, ad un prodotto o per la presentazione di un azienda sul web.

Solitamente questo tipo di scrittura risulta essere particolarmente utile nell’ambito del marketing. Quindi per persuadere il consumatore all’acquisto del prodotto, ma questa tecnica in parte può essere applicata anche in contesti più ampi per attirare una maggiore audience.

(Ricordiamoci che parlare con un tono autentico è fondamentale per l’audience di riferimento).

 

Le regole dello storytelling

Solitamente vanno rispettate le 5W del giornalismo necessarie per ottenere una base solida e un riferimento inamovibile all’interno dello storytelling, che in questo modo può risultare più credibile.

A fare la differenza  però, sono i dettagli del racconto, sopratutto quei dettagli negli elementi specifici della trama che rendono il testo unico e irripetibile.

Per comunicare questo, i dettagli di una narrazione devono creare una esperienza sensoriale unica che deve far “immergere” il target di riferimento. Attraverso i cinque sensi all’interno della storia, questa risulta essere l’arma più efficace per rimanere impressa nella memoria del lettore.

Da non dimenticare l’importanza di usare delle fonti qualificate oggettive per rendere il testo credibile, oltre che coinvolgente.

Entriamo nel vivo della questione. Questo metodo oltre ad essere un’arte raffinata, che si è allargata ormai a tutti i settori, diventa anche uno strumento molto diffuso per il marketing.

 

Cosa servono

Le storie di vita vera o di fantasia ormai sono ovunque in quanto attraverso la propria esperienza personale si può arrivare ad attirare un determinato target di riferimento. Fino a persuaderlo e indurlo all’acquisto del prodotto o fidelizzarlo.

Raccontare e raccontarsi è diventata un’attitudine quotidiana per moltissime persone. Allo stesso modo si è alimentato il desiderio primitivo di ascoltare storie, di essere emozionati da un contenuto, sedotti e convinti.

Per questo anche le aziende hanno cominciato a cavalcare l’onda della nuova comunicazione per convincere e avvicinare il proprio pubblico e i propri clienti.

Ciò non solo per diffondere prodotti e servizi, ma per aumentare la propria brand awerness. Lo scopo è quello di creare condivisione e coinvolgimento, obiettivo vero e proprio dello storytelling.

Prima di cominciare a scrivere però dobbiamo individuare dei criteri  ben precisi che caratterizzano lo storytelling :

  • Tipo di opera (video, romanzo, manifesto, …);
  • Genere;
  • Tempo coerente;
  • Contesto coerente;
  • Target.

 

Successivamente subentra la microstruttura narrativa che si occupa di ogni paragrafo e frase, fino alle rifiniture di ogni più piccola parola e segno di punteggiatura.

La scrittura è entrata negli ambiti più impensabili: dallo sviluppo delle app, alla creazione delle storie per i videogiochi, gli slogan, i format televisivi, l’identità dei brand, ma deve avere determinare caratteristiche tra cui essere credibile, emozionare, ed essere convincente.

Approfittare della straordinaria potenza delle storie per collegarsi direttamente alle emozioni del consumatore, in modo da aumentarne la popolarità del brand e far crescere le vendite è fondamentale per il cliente che diventa attivo e partecipe nei processi decisionali.

 

Condividi Articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin