fbpx

WhatsApp cambia le chiamate

I concorrenti corrono veloci e WhatsApp cerca di stargli dietro lanciando una serie di novità per tenersi al passo con i tempi. L’app di messaggistica di Meta, infatti, si prepara a lanciare due nuove funzioni per arginare la fuga di utenti, diretti verso altre piattaforme, come ad esempio Telegram.

La prima novità riguarda le chiamate, sia vocali che video. Ad annunciarla è stato direttamente Mark Zuckerberg sul suo profilo Facebook. Will Cathcart, CEO di WhatsApp, gli ha fatto eco sul suo profilo Twitter.

“Call Links” su WhatsApp

La nuova funzione di WhatsApp si chiama “Call Links” e permette di generare link diretti alle chiamate. Tramite questi link è possibile entrare in una chiamata o videochiamata senza che gli utenti già coinvolti debbano aggiungere i nuovi partecipanti passando dalla rubrica. Gli basterà inviare un link che, con un tap, permetterà ai nuovi arrivati di inserirsi in chiamata.

Il sistema implementato dall’app di messaggistica ricorda molto la modalità di chiamata di piattaforme come Google Meet o Zoom, che hanno spopolato a partire dall’inizio dell’emergenza Covid per favorire le riunioni virtuali.

Perché WhatsApp non ci ha pensato prima? Forse perché la concorrenza sta diventando troppo forte e Meta sente il peso della competizione, che deve vincere per non perdere i suoi oltre 2 miliardi di utenti.

Chiamate fino a 32 persone

WhatsApp corre per lanciare una novità dietro l’altra. La seconda, annunciata sempre da Mark Zuckerberg nel suo post, riguarda l’aumento del numero di partecipanti alle call e videocall. “Stiamo anche testando le videochiamate sicure criptate per un massimo di 32 persone”, scrive il fondatore di Meta. Al momento il numero massimo di partecipanti per una videochiamata WhatsApp è di 8 utenti, che possono salire fino a 50 utenti utilizzando l’escamotage del passaggio tramite una stanza su Facebook Messenger.

WhatsApp: quando arrivano le novità

I Call Links saranno utili in vista del potenziamento delle videochiamate su WhatsApp perché permetteranno di fare entrare agevolmente le persone. Meta ha già lanciato l’aggiornamento che consentirà di generarli e inviarli ma prima che tutti e 2 miliardi di utenti li ricevano ci vorrà un po’ di tempo. Le videochiamate a 32 partecipanti, invece, sono ancora alla fase di test per superare l’ostacolo tecnico della crittografia.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin